MATERIALI



Libri in evidenza


Per visualizzare tutti i libri presenti naviga il sottomenu dei temi.

Paolo Cacciari
Tempo Libero

Economie solidali e cooperanti, relazioni di auto-mutuo-aiuto, scambi non mercantili, lotta allo spreco e al consumo del suolo, ritorno alla terra, all'autoproduzione, all'autogestione dei beni comunitari.

Andrea Poggio
2013 — pp. 128

Una città, dei cittadini, delle storie quotidiane: potrebbe essere la trama del nuovo romanzo di un autore metropolitano e invece è una sintesi di "Le città sostenibili", il saggio di Andrea Poggio su Smart city e Smart citizen. Il racconto dei cambiamenti dello stile di vita di Giulia, Camillo e Paola -immaginari cittadini qulasiasi- fanno da sfondo alle riflessioni sulle città del futuro, viste con gli occhi di uno dei fondatori di Legambiente. Una formula inusuale, tra saggio e narrazione, di come il futuro sostenibile veda proprio nelle città il nascere di laboratri di sviluppo durevole, di adattamento al clima che cambia e della crisi in atto che cambia la vita anche in modo sostenibile. "Nelle città -scrive Poggio- è più facile trovare le condizioni di necessità e di opportunità, il capitale sociale e l'apertura mentale per innovare, l'identità culturale e la libertà per provarci. E per l'Italia, forse, oggi è l'occasione di un nuovo Rinascimento, una nuova ricostruzione". Niente più a che vedere con l''eresia ecologista' da cui prese forma il movimento ambientalista di stampa antinucleare, ma la definizione di uno scenario di altra crisi e di opportunità: l'economia green e la trasformazione dei cittadini e delle città. "Le città sostenibili" parla agli abitanti delle città, racconta il calcolo della 'carbon footprint' e svela la C02 equivalente, propone relazioni tra "decrescita felice" e "crescita verde", traccia il segno tra "città belle" e smart citizens. Assomiglia ad una pedagogia urbana e propone di 'misurare' il cambiamento "per essere più felici, cambiando i propri stili di vita".

Lisa Casali
Azzerare gli sprechi, risparmiare ed essere felici
2012 — pp. 144

Lo sapevate che utilizzando la parte dei cibi che siamo abituati a scartare è possibile risparmiare anche il 20% sulla spesa? Il comune modo di cucinare genera una grande quantità di scarti alimentari: si eliminano bucce, foglie, gambi che non solo sono commestibili, ma spesso anche più saporiti e ricchi di nutrienti della parti condierate "nobili". Grazie a questo libro scoprirete come ottenere il massimo, in termini di gusto e di risparmio, da scarti e avanzi, e imparerete a utilizzare metodi di cottura che vi faranno risparmiare tempo ed energia: stupirete i vostri ospiti con piatti da gourmet e farete, allo stesso tempo, un regalo a voi stessi e all'ambiente.

in collaborazione con Legambiente
2012 — pp. 352

Regione per regione, una panoramica delle diverse aree turistiche balneari introduce alla descrizione delle località che hanno ottenuto da 1 a 5 “vele”, il prestigioso riconoscimento attribuito ogni anno dalla Goletta Verde di Legambiente. Uno strumento sempre più ricco, dettagliato e articolato, prezioso per scegliere la destinazione più adatta per le proprie vacanze al mare. Descrizione di oltre 300 spiagge d’Italia che vantano acque pulite; un’offerta turistica di qualità; dettagli e approfondimenti sulle località premiate da 1 a 5 “vele” di Legambiente.

Alberto Fiorillo
2012 — pp. 144

Cosa frena l’uso della bicicletta in città? Gli automobilisti, certo. Risposta facile e scontata. Sono pericolosi, fanno paura, monopolizzano lo spazio disponibile sia quando camminano sia quando stanno fermi. Poi ci sono i sindaci. Anche questa è una risposta facile e scontata, dal momento che i sindaci fanno davvero poco per la mobilità ciclabile. Questo libro, però, punta il dito anche contro una categoria apparentemente al di sopra di ogni sospetto: i ciclisti. Se fossero proprio loro a contribuire all’insufficiente diffusione di questo mezzo di trasporto? In NO BICI Alberto Fiorillo scruta talvolta seriosamente e talvolta con ironia (spesso con autoironia) il caleidoscopico mondo dei pedalatori, le diverse tribù in cui si divide, i suoi vizi, le manie e le fobie arrivando a una conclusione a prima vista paradossale: molti ciclisti - sia tra quelli urbani che tra quelli sportivi, sia tra i cicloviaggiatori che tra i feticisti del mezzo - vogliono rimanere in pochi: solo così il loro pedalare potrà apparire eroico, solo così potranno alimentare la loro epica sfida con l’odiato automobilista, solo così potranno dimostrare a se stessi di essere unici, originali, alternativi.

Marzia Fiordaliso
Guida agli stili di vita sostenibili
2011 — pp. 200

Una nuova collana editoriale interamente dedicata all’ecologia e agli stili di vita sostenibili. 10 guide relative a 10 città italiane, per vivere la metropoli a basso impatto. Uno strumento utile sia per i residenti sia per chi è di passaggio, le guide vogliono essere un vademecum di consigli, idee e suggerimenti per vivere nella propria città adottando uno stile di vita sostenibile e rispettoso dell’ambiente. Una sorta di “Pagine utili verdi”, le guide offrono una serie di preziose indicazioni per scoprire tutto ciò che la propria città offre da un punto di vista ecologico: aree verdi e locali vegetariani o bio, negozi e mercatini dove acquistare alimenti biologici, botteghe del commercio equosolidale, ciclofficine e centri del riuso e del riciclo, spazi di cultura indipendente (associazioni, librerie, biblioteche) e luoghi della finanza etica e del turismo responsabile, senza dimenticare le opportunità offerte ai bambini. Di supporto il portale online www.ecoincitta.it, una piattaforma telematica che ospita news e approfondimenti sul vivere sostenibile in un contesto urbano e la possibilità di ricercare online i punti di interesse ecologici della propria città.

Roberto Cavallo
Ricette per la dieta della nostra pattumiera
2011 — pp. 224

Ispirato a uno spettacolo teatrale che ha riscosso notevoli consensi, Meno 100 chili racconta come si può ridurre la quantità di rifiuti che produciamo ogni giorno a casa e al lavoro. Alternando l’approfondimento scientifico con racconti e aneddoti, Roberto Cavallo passa al setaccio le azioni che compongono la nostra quotidianità, e per ognuna ci indica come ridurre la quantità di spazzatura che potrebbe generarsi. Dai detersivi alla spina all’acqua del rubinetto, dai trucchi per ottenere il compost direttamente a casa propria all’uso degli ecopannolini. Dagli uffici che risparmiano carta ed elettricità alle feste di compleanno a zero rifiuti. I risultati potranno sorprenderci. Perché se è vero che produciamo un sacco di rifiuti, che inquinano e impongono la costruzione di discariche e inceneritori, è anche vero che ridurli è facile, vantaggioso e pure divertente.

Giuliano Dall'Ò, Annalisa Galante
Una rivoluzione nel nostro modo di vivere
2010 — pp. 144

Bioclimatiche, ecologiche, a basso consumo energetico: le case sostenibili ottengono il massimo dell'efficienza con il minimo impatto ambientale. Un tema che coinvolge ormai l'intera filiera del settore edilizio, ma anche la politica impegnata a ripensare strategie e incentivi per un'edilizia a impatto zero. Dalle diverse tipologie di edifici "ecologici" al problema della misurazione della sostenibilità energetica e ambientale, fino agli interventi sull'edilizia esistente, uno sguardo globale sul futuro energetico del mondo edilizio.

Ornella Navello
Guida pratica di ecologia domestica.
2010 — pp. 228

La sopravvivenza del nostro pianeta, la salute dei nostri cari, il benessere degli animali dipendono dalla nostra capacità di scegliere prodotti più sani, meno inquinanti ma ugualmente efficaci. In questo libro è raccolta l’esperienza maturata in anni di conferenze e laboratori aperti ai cittadini, durante i quali si è cercato di trovare soluzioni semplici, alle sfide che la nostra vita, sempre più complessa, ci pone. Non è necessario rinunciare ai nostri standard di igiene e di efficienza, ma è fondamentale recuperare la conoscenza e la sapienza antica che sapeva andare di pari passo con la necessità di prevenire, curare, accudire e nutrire la famiglia, rispettando gli equilibri naturali, utilizzando le risorse che la Terra ci offre.

Ornella Navello
Prosperi, ricchi in tempo e in emozioni.
2010 — pp. 290

In natura, nonostante i conflitti continui per la difesa del necessario, tra le diverse popolazioni di viventi si crea una rete di rapporti di convenienza, adattamento, tolleranza minima, da cui risultano una serie di servizi gratis svolti per il mantenimento della biosfera che li accoglie. Per esempio batteri, funghi, coleotteri, ditteri, lombrichi banchettano tutti insieme nel compost o nel sottobosco e al contempo restituiscono, all’habitat dove vivono, un substrato fertile e disponibile all’attecchimento di prossimi vegetali. C’è da chiedersi quali servizi la comunità umana svolga per le altre popolazioni di viventi o per gli elementi alla base della vita di tutti sul pianeta. La maggior parte di noi oggi è molto distante dai processi del pianeta che ci ospita. Si fatica a comprendere questioni che non si possono constatare tutti i giorni individualmente: chiusi in case e uffici con acqua che arriva dal rubinetto e cibi preconfezionati e prelavorati nei market, è facile perdere di vista la nostra profonda “parentela” con piante, animali, insetti, microbi e elementi vitali. In questo volume l’autrice ci fornisce una serie di suggerimenti da applicare nella quotidianità per rendere più ecosolidale il nostro rapporto con il mondo che ci ospita.

Andrea Poggio, Maria Berrini
Guida alla vita nelle città di domani
2010 — pp. 160

La partita della sostenibilità ambientale può essere vinta solo partendo dai contesti urbani, da sempre luoghi dell'innovazione e della creatività, ma oggi anche giganteschi consumatori di energia e produttori di rifiuti e inquinanti. Eppure, le alternative ci sono. Abitazioni che producono più energia di quanta ne consumano, facendo risparmiare un sacco di soldi ai proprietari; sistemi di trasporto integrati con cui evadere dalle prigioni a quattro ruote che guidiamo tutti i giorni... Molte città in Europa e nel resto del mondo lo hanno già fatto, e chi le abita è più felice e meno spaventato dal futuro. E noi, che cosa stiamo aspettando?

Roberto Rizzo
I prodotti di oggi e le idee per il futuro.
2010 — pp. 336

Negli ultimi anni, quasi tutte le principali case automobilistiche hanno presentato almeno un modello “verde”: dai produttori di utilitarie a quelli delle supercar più prestigiose, l’onda green non ha risparmiato nessuno. L’auto verde viene infatti considerata l’unica risposta alla crisi del mercato automotive, e la riconversione ecologica del parco auto è un tassello fondamentale nella strategia con cui affrontare i cambiamenti climatici e il picco del petrolio. Arricchito da 25 schede di auto ecologiche e da un inserto a colori dedicato ai prototipi, Guida all’auto ecologica traccia un quadro aggiornato delle soluzioni già in commercio. Dal metano al Gpl, dagli ibridi alle auto elettriche, dai biocombustibili all’idrogeno: per ogni tecnologia vengono individuati i limiti e le potenzialità, oltre che gli impatti sull’ambiente e sulla salute. Roberto Rizzo riserva poi un’attenzione particolare alle sperimentazioni più innovative, fino a proporre un modello di mobilità sostenibile, che supera il concetto di auto individuale e prefigura l’integrazione di diversi tipi di veicoli, pubblici e privati, in una rete intelligente.

Stefania Cecchetti
Cosa si nasconde dentro merendine, piatti pronti, salumi, bibite, yogurt, sughi...
2010 — pp. 208

Un viaggio nel cibo di tutti i giorni: dai sughi pronti ai salumi, dalle merendine alle cotolette di pollo, dai dadi alle patatine, dai succhi di frutta alle bibite e al vino. Una guida facile per fare la spesa districandosi tra coloranti, conservanti, aromi, addensanti e additivi vari. Con un occhio alla qualità dei prodotti, alla salute di grandi e bambini, ma anche ad allergie e intolleranze alimentari.

Deborah Lucchetti
Guida ai vestiti solidali, biologici, recuperati: per conciliare estetica ed etica nel proprio guardaroba.
2010 — pp. 96

È l’ora del cambio di stagione. Questo libro è un prezioso vademecum per rinnovare il guardaroba, coniugando lo stile con il rispetto per l’ambiente e le persone. Una trama che prima svela l’iniquo sistema delle multinazionali tessili e poi spiega i criteri per fare la rivoluzione nel proprio armadio. Per passare dal dire all’indossare trovate qui indirizzi di 100 realtà - produttori, negozi e siti web - con abiti e accessori equi e solidali, biologici e naturali, riciclati o riusati in modo creativo.

Luca Martinelli
Dalle minerali al rubinetto, piccola guida al consumo critico dell'acqua.
2010 — pp. 64

Dal rubinetto del 96 per cento degli italiani esce acqua potabile. Eppure siamo tra i maggiori consumatori d'acqua minerale. Questa guida racconta una limpida verità: dagli acquedotti esce un'acqua buona e sicura ma le aziende imbottigliatrici, a colpi di spot, impongono ai consumatori la minerale in bottiglia, cara e poco sostenibile. Scheda per scheda tutte le aziende che si spartiscono un mercato da 3 miliardi di euro lasciando allo Stato le briciole. Ma non ditelo in giro. Acqua in brocca.

Enzo Argante
Il futuro della mobilità.
2010 — pp. 256

Sono passati più di 150 anni dall'invenzione del motore a scoppio. Nel frattempo l'umanità ha fatto passi avanti che solo la fantascienza poteva prevedere, abbattendo le barriere spazio-temporali e consegnandoci all'era digitale. In tutti i campi, tranne che in quello delle quattro ruote! Da sempre legata al motore a scoppio che brucia inutilmente carburante, puzza, inquina, l'auto travolge le città e ci costringe a una vita da... Semaforo. Un colpo di sonno secolare inspiegabile, con risveglio brusco e sconvolgente: perché da un giorno all'altro il mercato planetario dell'industria automobilistica è costretto a giocare la partita della sopravvivenza, perché in palio non c'è solo il primato tecnologico o della produzione, ma anche quello dell'influenza politica su stati e continenti; perché attorno all'auto gravitano interessi diretti e indiretti che la rendono prodotto chiave nella società dei consumi, perno degli stili di vita, vera e propria pietra filosofale degli indicatori di crescita; perché è sulle quattro ruote che il sistema economico e finanziario sta esercitando la maggiore pressione (e puntando la posta più alta) orientando precipitosamente il megabusiness del risparmio energetico e della sostenibilità. La crisi accelera i processi di cambiamento e presto un enorme schermo touch screen sulla plancia cambierà il modo di vivere il mezzo. E con esso tutto il resto...

Gruppo Elettrogeno
Come scegliere il fornitore di elettricità e gas, districarsi tre le offerte, risparmiare denaro e tutelare l'ambiente.
2010 — pp. 72

Dopo la liberalizzazione del mercato energetico, tutti possono scegliere a chi pagare la bolletta dell’elettricità e del gas. Per questo assistiamo a una crescente campagna pubblicitaria di aziende che promettono risparmi e tutela dell’ambiente. Come districarsi tra le numerose offerte? A partire dalla lettura della bolletta, una pratica guida che analizza le offerte e fornisce ai lettori tutti gli elementi per scegliere la migliore opzione, con un occhio di riguardo al risparmio e all’ambiente.

Guido Viale
Riparare, riutilizzare, ridurre.
2010 — pp. 138

Non facciamo mai caso che in albergo, al ristorante, al bar, al cinema, dormiamo tra lenzuola e mangiamo in piatti già usati centinaia di volte, ci mettiamo in bocca posate che altri hanno già utilizzato, ci accomodiamo su sedie e poltrone che hanno già sostenuto molti altri corpi. L’appartamento dove viviamo, se non è di nuova costruzione, è già stato abitato da molte altre famiglie. Le città che frequentiamo sono già state utilizzate per centinaia o migliaia di anni. L’intero pianeta è stato ed è usato e condiviso da miliardi di altri esseri umani. Il mercato dell’usato copre solo una piccola parte di questi passaggi di mano. Dono, baratto, condivisione, abbandono, esproprio e saccheggio hanno da sempre un peso molto maggiore di quanto si pensi: l’atteggiamento, i sentimenti e le finalità che accompagnano queste azioni ci svelano la realtà del nostro rapporto con le cose, che è quasi sempre carico di senso e di affetti, ben più delle pulsioni o dei ragionamenti che guidano all’acquisto del “nuovo”, dove prevalgono invece sensazioni e scelte imposte dal mercato. Ma il riuso ha potenzialità nascoste che occorre sviluppare: perché le cose che scartiamo ogni giorno sono tantissime e perché il riuso conviene sia a chi cede che a chi acquisisce, riduce il prelievo di materie prime e la produzione di rifiuti, promuove condivisione e commistione di gusti e stili di vita, aumenta l’occupazione. Promuovere il riuso si può fare in breve tempo e con poche risorse.

Lisa Casali, Tommaso Fara
Scarti, avanzi e gustose ricette.
2010 — pp. 143

Cucinare in modo sostenibile è facile: possiamo ridurre il nostro impatto sull'ambiente semplicemente intervenendo sui piccoli gesti quotidiani. Ogni scelta effettuata in modo responsabile è un passo importante verso un modo di vivere più attento e consapevole. La cucina a basso impatto ambientale fa bene anche a noi, perché ci offre la possibilità di mangiare in modo più sano e gustoso. In questo libro troverete tanti consigli e suggerimenti per rispettare l'ambiente in cucina, cominciando dalla scelta degli ingredienti per finire con i metodi di cottura. E per mettere subito in pratica i principi della cucina sostenibile ecco tante gustose ricette che utilizzano in modo creativo le parti degli alimenti che siamo abituati a eliminare: bucce di pomodoro, lische di pesce e semi di zucca non sono mai stati così appetitosi.

Mercedes Mas Solé e Rosita Folli
Viaggio nel Nord e nel Sud dell'energia.
2010 — pp. 254

Una proposta concreta, rivolta a ragazzi, genitori, insegnanti ed educatori, che spiega come attuare oggi un cambiamento necessario: contrarre i consumi del ricco Nord del mondo e soddisfare i bisogni di tutti avendo cura del pianeta. Il tema centrale è quello dell'energia, che entra nelle vite di tutti ogni giorno e le plasma. Tante le attività didattiche e le riflessioni raccolte dalle autrici, che hanno anche curato la mostra da cui è nato il libro. Un manuale utile per introdurre nella programmazione scolastica i temi della sostenibilità, ma anche tracce di percorsi da seguire in autonomia, e i materiali per farlo.

Roberto Rizzo
Cos'è, chi la vende, come si compra.
2009 — pp. 192

Aderire alle offerte di energia verde non è sempre il modo migliore per fare del bene all'ambiente. L'energia verde proposta dalle aziende elettriche italiane proviene perlopiù da grosse centrali idroelettriche vecchie di decenni, che non inquinano ma che possono comportare un impatto notevole sull'ambiente. Se si vuole davvero fare qualcosa di "verde" (e diminuire la bolletta elettrica) è meglio rendere più efficienti le nostre case e installare piccoli impianti a fonti rinnovabili, sfruttando gli incentivi oggi in vigore. Il sistema elettrico del futuro sarà organizzato proprio così: negli edifici verranno eliminati gli sprechi e le case si trasformeranno in mini-centrali elettriche, in grado di soddisfare il fabbisogno famigliare e immettere il surplus nella rete elettrica. Quest'ultima sarà "intelligente" perché dovrà gestire simultaneamente la generazione elettrica di milioni di punti (le nostre case) e quella delle centrali, che però dovranno essere a basso impatto. In questo sistema non avranno posto gli impianti nucleari, a carbone, a olio combustibile, quelli idroelettrici più grandi. Non si parlerà più di rete nazionale ma di rete europea e intercontinentale: l'energia per la nostra casa potrebbe provenire dall'impianto solare sul tetto o da quello micro-eolico in giardino, come da una centrale eolica del Mare del Nord o una termosolare a concentrazione nel Nord Africa. Quando arriveremo a capire anche in Italia che il futuro è già iniziato?

Silvia Zamboni
La mappa del nuovo ciclismo urbano.
2009 — pp. 184

Con la bici in città ci si sposta più velocemente, non si inquina e si fa anche movimento. In breve: si vivono diversamente lo spazio e i rapporti sociali. Eppure, la vita del ciclista urbano rimane molto complicata. Situazione senza uscita? Nuove forme di organizzazione e nuove strategie dimostrano il contrario. Stanchi di aspettare piste e percorsi protetti che non arrivano mai, i ciclisti urbani stanno rinnovando la cultura dell’uso della città. Il ciclista urbano non è più lo sconfitto per definizione. È in difficoltà, certo, e deve lottare per conquistare il proprio spazio vitale sulle strade e per strappare alle amministrazioni pubbliche risorse adeguate per la realizzazione di piste e parcheggi per le biciclette. Ma oggi lo fa con modalità del tutto nuove e con una crescente sensibilità anche da parte degli stessi comuni. "Rivoluzione bici" fornisce la prima mappa dei luoghi, delle persone, dei gruppi, dei movimenti e delle idee che stanno rimettendo in discussione il dominio dell’auto. Lo fa raccontando di biciclette, di ciclofficine, di bike sharing, di cinema, di città ideali e di città reali, di salute.

AzzeroCO2
La cucina a zero CO2.
2008 — pp. 80

Esiste una cucina perfetta? Esiste qualcosa in grado di rendere indimenticabile la nostra tavola? Lasciatevi trasportare con i sensi in questo viaggio a bordo di un vascello carico di meraviglie... a basso impatto ambientale.

Giulio Conte
Come usare meglio l'acqua in casa e in città.
2008 — pp. 208

L'acqua è l'"oro blu" del terzo millennio, capace di scatenare conflitti come già accade per il petrolio. Non è infinita, e se quasi un miliardo di persone non ne ha a sufficienza per soddisfare le necessità primarie, nei paesi dell'Occidente sviluppato spesso la si spreca con grande indifferenza. La tesi di questo libro è che sia invece possibile ridurre notevolmente i consumi idrici domestici e l'inquinamento da essi provocato senza per questo rinunciare ai livelli di comfort cui siamo da tempo abituati. Per farlo è però necessario innescare una piccola "rivoluzione" che, prima che tecnica e politica, è culturale. Chi ha detto che per scaricare un wc si debba usare acqua potabile? E perché abbiamo abbandonato la pratica di accumulare e riutilizzare la pioggia? "Nuvole e sciacquoni" analizza le strategie che sono state adottate nei secoli per la gestione dell'acqua in casa e in città, e spiega come è possibile usarla in modo più intelligente.

Umberto Di Maria
Un altro modo di partire
2008 — pp. 112

Due settimane in Brasile a lavorare con i bambini delle favelas, oppure nel Parco nazionale dell'Abruzzo a prendersi cura dell'ambiente, in Perù come ricercatori nel sito archeologico di Nazca, o in Bosnia per ricostruire case in territori che portano ancora i segni della guerra. Dedicata a tutti quelli che, in vacanza, hanno voglia di "sporcarsi le mani". In ottanta schede tutte le organizzazioni che, in Italia e all'estero, propongono "vacanze contromano": viaggi di conoscenza e campi di solidarietà, campi natura e campi archeologia. Con un capitolo dedicato ai campi per ragazzi.

Andrea Poggio
Auto, moto, bicicletta, aereo, trasporti pubblici: 100 consigli pratici per "vivere con stile" e risparmiare negli spostamenti quotidiani.
2008 — pp. 184

Sapete muovervi con stile? Dopo il successo di Vivi con stile (tre ristampe in due mesi), ecco una nuova guida dedicata, questa volta, alla mobilità sostenibile. Obiettivo: spostarsi ottimizzando tempi e costi, nel rispetto per l’ambiente. In pratiche schede, le indicazioni utili per bambini, anziani, professionisti, studenti, disabili. Alla ricerca di nuove strade - dal car sharing alle centrali della mobilità - per viaggiare in modo più leggero.

Andrea Poggio
Caloriferi e condizionatori, elettrodomestici, detersivi, tempo libero: 160 consigli pratici per una vita a basso impatto ambientale.
2008 — pp. 180

Anche il risparmio è questione di stile. Soprattutto se in ballo c'è l'energia. Meglio il riscaldamento centralizzato o autonomo? Come scegliere il frigorifero più efficiente? Quanto costa installare i pannelli solari? L'energia che consumiamo incide (e sarà sempre più così) sul nostro conto in banca, oltre che sull'ambiente: questa guida suggerisce come rendere più sostenibili, per noi e per il mondo, le nostre scelte quotidiane.

Centro Nuovo Modello di Sviluppo
2006 — pp. 352

Il mercato dell’abbigliamento è inondato da prodotti diversi per colore, stile, marca e qualità, ma quasi tutti uguali per le condizioni di lavoro ingiuste, umilianti e oppressive in cui sono realizzati. È quindi estremamente difficile applicare il consumo critico, perché le imprese seguono la stessa strategia: delocalizzare la produzione in paesi in cui lo sfruttamento del lavoro minorile, il divieto di organizzazione sindacale, i salari al di sotto della soglia di povertà e le condizioni di lavoro disumane e insalubri sono all’ordine del giorno. D’altro canto, le esperienze del commercio equo in materia di abbigliamento sono appena agli esordi o in fase di perfezionamento. Come fare, allora, per non rendersi più complici dello sfruttamento che si cela dietro a ciò che indossiamo ogni giorno? L’obiettivo che si pone questa Guida è quello di far conoscere la complessità del settore, divulgare le informazioni disponibili sulle imprese più in vista e fornire ogni possibile traccia per poter orientare gli acquisti verso prodotti ottenuti nel rispetto dei diritti, dell’equità, della sostenibilità. Tenendo presente che, nel campo dell’abbigliamento e delle calzature, la prima e forse unica vera arma finora nelle mani dei consumatori per contrastare lo strapotere delle multinazionali è l’essenzialità, ovvero ridurre i consumi.

Andrea Trincardi
Strumenti tecnologici avanzati per la qualità dell'abitare.
2006 — pp. 136

L'acquisto di una casa, sia per gli operatori professionali sia per il semplice utilizzatore, è un atto che dovrebbe implicare una serie di competenze tecniche, progettuali e normative, che tuttavia non sono patrimonio dei più. Per questo motivo, è necessario prestare alcune attenzioni al "prodotto" in generale e, più in particolare, ai differenti materiali e ai sistemi che lo compongono, nonché alle soluzioni progettuali e costruttive adottate per realizzarlo. Il volume si pone l'obiettivo di analizzare la casa con questa ottica, senza mai perdere di vista la chiave di lettura della "sostenibilità" concetto guida per pensare, valutare e acquistare un prodotto di qualità.

Duccio Canestrini
Vademecum del turista responsabile
2003 — pp. 192

Come affrontare un viaggio nel rispetto della natura, di chi si incontra e dei luoghi dove ci si reca. Consigli ed esempi su come rendersi protagonisti della propria vacanza.

Materiali in evidenza


Per visualizzare tutti i materiali presenti naviga il sottomenu dei temi.

Legambiente e Altreconomia
2013

La denuncia di Legambiente e Altreconomia sul business colossale delle acque minerali: regioni inadempienti, impatti ambientali per tutti, profitti esagerati per pochi.

Ecolamp e Legambiente
2013

Come disfarci correttamente delle lampadine a risparmio energetico. Consigli pratici e un'App per trovare il centro di raccolta più vicino a casa.

Epson, in collaborazione con Legambiente
2012

Nuovi stili di lavoro per cambiare in green il nostro ufficio. In questo opuscolo, consigli e soluzioni pratiche per ridurre i consumi superflui e migliorare il comfort di chi lavora.

Legambiente e Movimento Difesa del Cittadino
2012

Vizi e virtù, illegalità ed eccellenze del cibo italiano. Un'indagine completa sulla filiera agroalimentare: tutti i numeri e i casi delle operazioni di controllo ufficiale eseguite in Italia a garanzia del consumatore.

Legambiente e Movimento Difesa del Cittadino
2012

Quanti e quali sono i residui di pesticidi che contaminano la frutta, la verdura e i prodotti trasformati che arrivano sulle nostre tavole? Il rapporto annuale sui residui chimici presenti negli alimenti, risultato dell'elaborazione dei dati ufficiali forniti dai laboratori pubblici di Arpa, Asl e Istituti zooprofilattici.

Legambiente
2012

Le pagelle di Legambiente sull'efficienza degli edifici italiani. Nel Rapporto, l'analisi termografica di 200 immobili di 21 città.

Legambiente
2011

La ricerca annuale di Legambiente sullo stato di salute dell'edilizia scolastica in Italia.

IPR Marketing
2011

L'uso delle due ruote nei giorni feriali è più che triplicato negli ultimi dieci anni. Un'istantanea dei mezzi scelti dai connazionali per spostarsi, nel sondaggio realizzato per Legambiente dall'istituto di ricerche IPR Marketing.

Transport&Environment
2011

Un'analisi dei progressi compiuti dalle case automobilistiche verso il raggiungimento degli obiettivi comunitari di riduzione delle emissioni di CO2. Nel Rapporto, in lingua inglese, la classifica dei produttori di automobili per minori emissioni. A cura di Transport&Environment, network europeo di cui Legambiente è partner per l'Italia.

AIAB, Coldiretti, Legambiente
2011

Corretto scambio fra chi produce e chi consuma, primato della sostenibilità ambientale sul profitto economico, investimento nelle fonti di energia rinnovabili e indipendenza dal petrolio. In un Dossier, presentato in occasione della XII edizione della Biodomenica, tutte le ragioni per scegliere "bio".

Legambiente in collaborazione con Elco Italia
2011

Vantaggi, risparmi e tecnologie delle pompe di calore per uso domestico.

Remedia e Legambiente
2011

Cos'è un Raee? Cosa devo fare con il computer rotto? Dove butto l'asciugacapelli o la radiolina fuori uso? Fa bene all'ambiente riciclare il cellulare? Nuoce alla salute gettare in discarica batterie esaurite o vecchi ferri da stiro? Si viola la legge lasciando un elettrodomestico guasto in strada? In una pratica guida, tutti i consigli su come raccogliere e riciclare i più comuni oggetti tecnologici presenti in casa, una volta terminato il loro ciclo di vita.

Legambiente e AzzeroCO2
2011

Fuorilegge da quasi vent'anni, l'amianto è ancora presente a tonnellate in Italia. Come liberarsene? La soluzione si chiama: solare più gruppi d'acquisto. Obiettivi e strategie della campagna Eternit Free di Legambiente e AzzeroCO2 presentata a Milano (8 luglio 2011).

Legambiente e Federutility
2010

Controllata, economica e rispettosa dell’ambiente. Tre buone ragioni per bere acqua del rubinetto, in un Dossier che sfata molti luoghi comuni che ancora la circondano.

Legambiente Scuola e Formazione
2010

Il dossier di Legambiente che ogni anno individua le città e le amministrazioni più attente all’infanzia in termini di opportunità di partecipazione, sviluppo del territorio, presenza di strutture idonee e iniziative di aggregazione culturale.

Isolando in collaborazione con Legambiente
2010

Le 10 regole d'oro del perfetto isolamento termico per avere una casa efficiente, confortevole e silenziosa.

Legambiente Campania
2010

Come recuperare la frazione organica dei rifiuti che ogni giorno produciamo e fare in casa dell'ottimo terriccio per ingrassare piante e fiori del nostro terrazzo. Una piccola guida al compostaggio domestico.

Legambiente
2010

La situazione della "mobilità dolce" nei capoluoghi italiani. Il Dossier stila una classifica dei centri più a misura di ciclista.

ACI e Legambiente
2010

Trent'anni dopo la nascita della prima isola pedonale, ACI e Legambiente ripercorrono la storia delle aree chiuse al traffico e avanzano 12 proposte per uscire dall'ingorgo della mobilità urbana.

Legambiente e Associazione Italiana Medici per l'Ambiente
2010

Che cos'è l'amianto, dove si trova e come si riconosce, gli effetti sulla salute e come intervenire in caso di presenza accertata. In questo opuscolo informativo rivolto a cittadini, lavoratori e medici, gli strumenti per difendersi dalla fibra-killer e agire in prima persona per combatterla.

Università Milano-Bicocca, Legambiente Lombardia onlus, Prothea e FEM2 Ambiente
2010

Come conservare i cibi e non farsi sorprendere dalla data di scadenza. Una guida critica per ridurre gli sprechi sulle nostre tavole e alimentarci meglio.

Legambiente
2010

Una piccola rivoluzione è in corso nelle vite di 60 milioni di italiani: finalmente per fare la spesa non sprecheremo più oltre 300 sacchetti di plastica usa e getta procapite l'anno! In questo Dossier tutti i numeri sugli shoppers fatti col petrolio, i loro danni all'ambiente, le alternative per andare oltre l'usa e getta.

Legambiente e Folletto
2009

A casa ci sentiamo al sicuro. Eppure, tra le mura domestiche si nascondono molte insidie. Le stesse operazioni di pulizia, se eseguite senza buon senso, possono pregiudicare la nostra salute, nuocere all'ambiente e non dare i risultati sperati. In questo opuscolo, consigli e suggerimenti pratici su cosa fare nel quotidiano per migliorare la qualità dell'aria di casa nostra, creando le condizioni per un ambiente salubre e sicuro.

Legambiente
2009

La rassegna presentata da Legambiente presso la Fondazione Catella di Milano (16 febbraio 2009) dei casi più esemplari di nuovi quartieri nel mondo progettati per un basso tasso di motorizzazione privata. Una raccolta di storie e di esperienze di successo che fanno riflettere sulla possibilità di sperimentare nuovi modelli dell'abitare e del vivere carfree anche da noi.

Legambiente
2008

Come guidare consumando di meno e riducendo le emissioni senza essere una lumaca. Dalla scelta dell'auto a come guidarla, fino alle regole per una buona manutenzione: tutto quel che occorre sapere per spostarsi comodamente e in sicurezza nel rispetto dell'ambiente.

Legambiente
2008

La guida del Comune di Milano realizzata con la collaborazione di Legambiente per spostarsi in città e nell'hinterland milanese sfruttando tutte le soluzioni di trasporto disponibili alternative all'uso dell'auto di proprietà. Dagli sconti per i mezzi pubblici a come rendere più sicuro l'uso della bici in città, dal car sharing ai servizi di trasporto on demand, ai consigli per guidare un auto inquinando meno. Un vademecum dal punto di vista degli utenti, che promuove un'idea nuova di mobilità a favore di soluzioni ibride, fatte su misura per l’occasione.

Legambiente
2006

È classificata come cancerogeno certo, eppure la si trova ancora praticamente dappertutto. Caratteristiche e impieghi della formaldeide in Italia, le proposte di Legambiente per rivedere la normativa e ridurre i rischi da esposizione.

Legambiente
2003

Divoratori di gasolio, inquinanti come furgoni, ingombranti e soprattutto pericolosi, specie sulle strade urbane: sono i lussuosi Sport Utility Vehicle. Con questo Dossier Legambiente lancia la sua campagna contro i SUV in città.


    Licenza Creative Commons. I contenuti di questo sito sono rilasciati con licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia