MAGAZINE


Magazine
  25 novembre 2010

Scaldare casa con la legna in Lombardia. Poche certezze, molte limitazioni

Chi vuole scaldare il proprio appartamento con legna e derivati, non ha vita facile in Lombardia. Stufe e camini anche quest'inverno dovranno restare spenti. A meno che non si abiti sopra una certa quota, ci si possa scaldare solo col fuoco e il proprio camino rispetti precisi requisiti di efficienza. I nostri consigli per chi non vuole rinunciare al piacere e alla convenienza della fiamma.

Non è raro, passeggiando d'inverno per Milano, sentire il profumo di legna bruciata, nonostante la Regione Lombardia abbia vietato l'uso di caminetti e stufe durante la stagione invernale sotto i 300 metri di altitudine.
Motivo: quando brucia, la legna emana carbonio e materiali di origine naturale in una “forma” (il particolato fine) dannosa alla salute. La legna è dunque molto meglio del petrolio e del metano, ma in montagna dove i fumi si disperdono facilmente. Tutto il contrario in città e in pianura: qui l'inquinamento si accumula per giorni e settimane e viene respirato da milioni di persone.
Quale soluzione per chi vuole risparmiare riscaldandosi a legna o godersi il tepore della fiamma? Siamo ancora lontani dalle certificazioni svizzere o austriache, ma si sa che ogni combustione all'aperto e caminetto è definitivamente bandita. Per le stufe o le “stufe camino” (chiuse con vetrata frontale) dipende dall'anno di costruzione (1990), dal rendimento (superiore al 63%), dalle basse emissioni di monossido di carbonio (CO). Sul sito Internet della Regione Lombardia è possibile, anche se non proprio facile, trovare un elenco “orientativo” degli impianti e dei rendimenti dichiarati dai produttori (scaricalo qui). Insomma, poche certezze, ma un aiutino...


NESSUN COMMENTO


LASCIA UN COMMENTO

Per lasciare un commento è necessario autenticarsi.
Se non ti sei ancora registrato, clicca qui.


    Licenza Creative Commons. I contenuti di questo sito sono rilasciati con licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia