MAGAZINE


Magazine
  7 marzo 2012

Reoose, il baratto ai tempi del web 2.0

Pronti a svuotare case e cantine dagli oggetti che non utilizziamo più? Sul primo ecomarket di baratto on line possiamo scambiarli e scegliere quel che più ci serve senza spendere un soldo.

Alzi la mano a chi non è mai capitato, almeno una volta, di acquistare qualcosa che per i motivi più disparati ha utilizzato poco o niente. Le nostre case sono piene di questi acquisti sbagliati, le soffitte, non parliamone, tant'è che c'è chi stima che ogni anno gli italiani buttino la bellezza di un miliardo e mezzo di euro in spese inutili. Perché non provare a dare loro una seconda chance?

Dall'esperienza del baratto e dello sharing con i nuovi modelli di negozio virtuale è nato lo scorso settembre Reoose, il primo market place del baratto asincrono made in Italy.

L'idea è semplice: chiunque abbia un oggetto in casa che ha comprato per sbaglio o che non usa più può pubblicare gratuitamente un annuncio di vendita. Il sito ne stima il valore di scambio assegnando al prodotto dei crediti sulla base della tipologia merceologica e del suo effettivo stato (nuovo o usato), indipendentemente dalla griffe. Con la vendita di quel prodotto il venditore riceverà i crediti previsti che potrà riutilizzare per "comprare" all'interno del network qualcosa che gli serva davvero oppure donare in beneficenza alle Onlus partner così da permettere loro di acquistare qualcosa di cui hanno bisogno. Il tutto avviene senza far girare denaro e promuovendo il più possibile scambi all'interno della stessa città grazie a una funzione che geolocalizza ogni oggetto e in automatico cerca quello più vicino all'acquirente.

Dagli abiti all'elettronica, dall'arredamento agli articoli per l'infanzia (i più gettonati), possiamo trovare praticamente di tutto. Prima di fiondarci in negozio per un nuovo acquisto, domandiamoci allora se non valga la pena fare una ricerca su Reoose. Davvero ci serve spendere soldi per un trapano nuovo di zecca che utilizzeremo al massimo tre minuti in un anno? Quello usato va più che bene, affittarne uno, potendo, sarebbe ancora meglio!


NESSUN COMMENTO


LASCIA UN COMMENTO

Per lasciare un commento è necessario autenticarsi.
Se non ti sei ancora registrato, clicca qui.


    Licenza Creative Commons. I contenuti di questo sito sono rilasciati con licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia