MAGAZINE


Magazine
  7 aprile 2011

Prese intelligenti e misuratori di consumo: così si combatte il caro bolletta

Soluzioni a portata di tasca per tagliare consumi inutili, senza fatica. I consigli di Vivi con stile sul Corriere della Sera di oggi (giovedì 7 aprile).

In gergo si chiama ciabatta, la presa di corrente che collega più apparecchi elettrici insieme. Nella sua forma più sofisticata aiuta a risparmiare dal consumo inutile degli stand by sempre accesi. Le nuove ciabatte elettroniche sono in grado di rilevare quando un apparecchio è inattivo e di spegnerlo del tutto trascorsi pochi minuti. Ce ne sono di adatte al computer, cui si associa spesso anche la stampante, le casse acustiche e il modem, dotate di un interruttore unico a pulsante. Ma anche per il televisore, cui si collegano sempre lettori DVD, decoder o video registratori. Utilizzarle, consente di risparmiare anche decine di euro all'anno.
Dalla casa, a scuola e all'ufficio, in periodi di “caro energia” come questi, è all'ordine del giorno la lotta allo spreco. E tanti ormai sono gli apparecchi in commercio nei negozi specializzati o su Internet, che ci permettono di alleggerire i consumi elettrici, senza fatica.
Per i distributori automatici di bevande sono adatti i temporizzatori, in grado di programmarne l'accensione negli orari di apertura e nei giorni feriali: chi distribuisce le bevande racconta di richiedere solo i proventi della vendita, ma in realtà scarica anche il costo dell'elettricità.
E infine, se si vuol conoscere consumo e costo di un elettrodomestico, una presa che faccia da contatore costa circa 20 euro.


NESSUN COMMENTO


LASCIA UN COMMENTO

Per lasciare un commento è necessario autenticarsi.
Se non ti sei ancora registrato, clicca qui.


    Licenza Creative Commons. I contenuti di questo sito sono rilasciati con licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia