MAGAZINE


Magazine
AndreaPoggio   2 ottobre 2019

Liberi e mobili: proposte Legge di Bilancio 2020

Roma, 24 settembre 2019, h 10,30 - 13, presso la Sala Capranichetta, Hotel Nazionale, Piazza Montecitorio, Roma, presentiamo le proposte Legambiente alla Legge di Bilancio 2020.

Anche l'anno scorso abbiamo presentato le nostre proposte alla Legge di Bilancio in materia di mobilità e trasporto: tra le altre il bonus-malus auto e moto elettriche, home box di ricarica inclusa, e la sperimentazione sulla micromobilità elettrica. Oggi qualche decina di migliaia di persone si spostano “micromobili” a zero emissioni in città e le vendite di auto elettriche sono più che raddoppiate (saranno 11 mila a fine anno). Bene. Ora dobbiamo correggere il tiro di quel che ancora non funziona. Sulla micromobilità elettrica chiediamo al Ministero dei trasporti di semplificare gli adempimenti comunali equiparando le norme micromobilità alle bici e definendo in modo univoco aree e modalità di circolazione, sino alla regolamentazione definitiva nel codice della strada. Oggi infatti solo una quindicina di città sono riuscite a regolamentare la sperimentazioni: in tutti gli altri comuni è il far west. Ma questa non è materia di legge di bilancio.
Ma anche il bonus – malus auto, da solo, è una “manovra” che interessa solo il segmento alto del mercato: “punisce” auto costose ad alte emissioni e favorisce auto elettriche altrettanto costose. Non interessa la mobilità già elettrica per tutti, non interessa il pensionato con l'Euro0 benzina né il pendolare con l'Euro3 diesel che non possono più circolare in città: dalle e-bike sino ai quadricicli leggeri e pesanti, dal monopattino all'auto in sharing come tutti mezzi pubblici (dal tram sino al treno, ma anche il bus a chiamata, taxi, scale mobili, ascensori, funivie, cremagliere, ecc), la mobilità elettrica che, nelle città italiane, copre già tra il 10 e il 50% degli spostamenti quotidiani. Hanno partecipato:

Chiara Braga, deputato PD

Gianni Girotto, senatore M5S, presidente Commissione Industria

Rossella Muroni, deputato LEU

Tullio Berlenghi, capo segreteria tecnica Ministro dell'Ambiente

Presentano e commentano le proposte: Edoardo Zanchini, vicepresente Legambiente, Andrea Poggio (Legambiente, responsabile mobilità e stili di vita), Veronica Aneris (Transport&Environment), Sandro Cobror (Assodistil), Michele De Palma (Fiom Cgil), Anna Donati (Kyoto Club), Mariano Gennari (sindaco di Cattolica), Gianni Martino (Share Now, Aniasa), Dino Marcozzi (Motus-E), Stefano Sordelli (Volkswagen), Federico Vitali (Gruppo Seri). Conclusioni Giorgio Zampetti, direttore Legambiente

In allegato, qui sotto, il documento politico della proposta. Due le proposte di fondo:

1. rottamazione
Per chi rottama la vecchia auto (o moto), anche senza acquisto nuova elettrica, bonus di 2 mila euro (mille per moto e ciclomotore), anche spendibile in 2 anni, per acquistare abbonamenti del trasporto pubblico, servizi sharing mobility (estesa anche alla sharing mobility che utilizza motori endotermici sino al 2021), taxi e acquisto di veicoli elettrici (micromobilità, ciclo, quadriciclo). In questo modo l’accesso al bonus rottamazione è per tutti, non solo per chi può acquistare auto elettrica.
Cosa hanno già fatto di simile i comuni?
A Bologna: Dal 1 gennaio 2020 la ZTL ambientale vietata ai veicoli inquinanti o seconda auto di proprietà anche dei residenti associata a bonus mobilità fino a 1000 euro l’anno a chi sceglie di muoversi col bus, con i taxi/Ncc, col car sharing o col bike sharing. Abbonamenti al bus scontati dal secondo figlio in poi, per gli over 70 abbonamento gratis.
A Milano: in occasione AreaB, contributi (70% del prezzo, sino a 2 mila euro) per sostituire auto e moto inquinanti di residenti (reddito ISEE 20 mila euro) anche scooter elettrico, una cargo bike anche a pedalata assistita o elettrica, e 70% di sconto all’abbonamento TPL.
Spesa e copertura
Tetto di spesa per rottamazioni 2020: 500 milioni. Limitando per quest’anno incentivo rottamazione alle città metropolitane e alle città con più di 30 mila abitanti. Distribuito e affidato ai comuni in proporzione al parco circolante.
Copertura: proventi aste CO2 del Ministero per l'Ambiente per un importo pari a 200 milioni (2/5 del totale disponibile); aumento accise solo gasolio (tutti utilizzi), meno di 1 cent al litro = 230 milioni; aumento euro bollo a veicoli Euro0 benzina e Euro4 diesel (1 euro affidato alle Regioni) e per i veicoli lavoro (dal Pickup al camion, che oggi pagano molto poco in relazione all'auto) pari a 10 euro all'anno = 70 milioni.

8. Rimodulazione accise carburanti
Riduzione sperequazione accise tra carburanti, cercando di ridurre la sproporzione tra inquinamento generato e vantaggi fiscali: riduzione delle accise sulla benzina di 7 centesimi al litro, aumento di 3 centesimi al litro per il gasolio e di 3 centesimi sul GPL e metano (oggi accise quasi zero). Zero accise solo rinnovabili (biocarburanti avanzati e elettrico).
Spesa e copertura
Sostanziale pareggio. La rimodulazione accise sui carburanti vale oltre un miliardo, ma genera un aumento del gettito per lo stato di appena 300 milioni da usare (almeno in parte) è sostegno di altre forme di mobilità, come la proposta “1- rottamazione”. Questa proposta porterà la benzina a costare poco di più del gasolio e rendere convenienti quelle auto diesel che davvero consumano poco. Se questa misura fosse considerata troppo traumatica nella sua applicazione si potrebbe anche applicarla in tappe: mezzo centesimo al litro di aumento del gasolio ogni 3 mesi e contemporanea diminuzione della benzina di  1,2 centesimi.

Sul tema si è poi scatenata una piccola polemica strumentale di chi si oppone (legittimi interessi) a qualsiasi tassazione del metano fossile. A questa polemica abbiamo risposto in questo post su www.lanuovaecologia.it.

 

File allegati:

NESSUN COMMENTO


LASCIA UN COMMENTO

Per lasciare un commento è necessario autenticarsi.
Se non ti sei ancora registrato, clicca qui.


    Licenza Creative Commons. I contenuti di questo sito sono rilasciati con licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia