MAGAZINE


Magazine
Buon Cibo   2 dicembre 2014

Le sacche antispreco alimentare diventano un caso e finiscono su La Repubblica

Capita di vederla in giro ed è diventata un piccolo caso da manuale su come evitare gli sprechi e riutilizzare il cibo che non si consuma. Anche La Repubblica (cartaceo e online) e altri media (Espresso e Wired) se ne sono accorti e nella sola Milano sono oltre 15 mila i bambini delle scuole elementari che usano il sacchetto antispreco. L'articolo -che è un complimento innanzitutto per gli studenti, le scuole e le insegnanti- lo pubblichiamo per conoscenza in fondo alla pagina ed un piccolo fiore all'occhiello di un'iniziativa che Legambiente e Viviconstile hanno portato avanti con molta decisione, per combattere gli sprechi alimentari e trasformarli allo stesso tempo in aiuto verso chi ne ha bisogno. 

"Il tema è complesso e segue un doppio binario: da un lato c'è la battaglia intrapresa da tempo dalla controllata del Comune per limitare gli avanzi nelle mense scolastiche, otto tonnellate di cibo ogni giorno che finiscono in pattumiera. Dall'altra, ci sono 2-3mila famiglie a Milano a rischio povertà. E il fenomeno sollevato dall'assessore all'Educazione Francesco Cappelli lo scorso autunno, quando aveva parlato di un continuo aumento di bambini, figli della crisi, che saltano la cena e per i quali il pranzo insieme ai compagni finisce per essere l'unico pasto completo", citiamo l'articolo di Tiziana De Giorgio, che cogliamo l'occasione di ringraziare". 

Le Good Food Bag hanno visto il loro debutto a maggio: inizialmente avevano risposto all'appello 33 istituti comprensivi di Milano per un totale di 50 scuole, e nell'ultimo mese di lezioni erano state distribuite in via sperimentale 10mila borse impermeabili per permettere agli alunni di trasportare i cibi freschi da scuola a casa. Ma con l'inizio del nuovo anno scolastico le richieste sono aumentate, i bambini sono lievitati, le classi coinvolte sono arrivate a essere 750. Anche nel resto d'Italia, grazie a Legambiente (vedi articolo) e a Puliamo il Mondo, molte altre scuole hanno risposto con entusiamo all'invito di adottare le Good Food Bag, come ad esempio ad Agrate Brianza (guarda il video qui di seguito) 

 

Nella foto di questo articolo, tra l'altro, pubblichiamo, una foto inviataci da un nostro lettore che ha colto l'attimo e 'freddato' con uno scatto una Good Food Bag sulla metropolitana di Milano.

L'invito che vogliamo rivolgere va a tutte le scuole a continuare la battaglia contro lo spreco con la Good Food Bag. 

Per informazioni e contatti:
Francesco Brega
Fondazione Legambiente Innovazione
mail f.brega@legambiente.org
tel. 02 97699301- fax 02 97699303


NESSUN COMMENTO


LASCIA UN COMMENTO

Per lasciare un commento è necessario autenticarsi.
Se non ti sei ancora registrato, clicca qui.


    Licenza Creative Commons. I contenuti di questo sito sono rilasciati con licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia