MAGAZINE


Magazine
  1 giugno 2011

Eternit free, si riparte

Con gli incentivi speciali del nuovo Conto Energia, i cittadini potranno liberarsi dall'eternit a vantaggio del solare, senza rimetterci un euro e riducendo da subito la bolletta elettrica.

Risparmi maggiori e più garanzie per chi si iscrive ai gruppi d'acquisto di Legambiente.

Mettere il sole al posto dell'amianto continuerà ad essere un ottimo affare. Con il Quarto Conto Energia, in vigore dal prossimo primo giugno, i pannelli solari fotovoltaici che andranno a sostituire tetti e coperture in eternit potranno infatti beneficiare di un premio fisso e invariante di 5 centesimi di euro per chilowattora prodotto, al posto del precedente premio del 10% sulla tariffa incentivante, poco appetibile con la forte riduzione subita dagli incentivi.
I cittadini potranno insomma decidere di liberarsi dalla fibra killer, senza rimetterci un euro, e anzi riducendo da subito le proprie bollette elettriche. Se ad esempio consideriamo un impianto da 100 kW che entra in esercizio a partire da dicembre 2011 in sostituzione di un tetto in eternit di 1000 metri quadri, a fronte di un costo per la bonifica e per la nuova copertura compreso tra i 50 e i 70 euro a metro quadro, l'impianto ci garantirà tra premio fisso ed incentivo un contributo all'anno di circa 33mila euro da moltiplicare per i vent'anni della durata del periodo di incentivazione.
La convenienza aumenta, se ci si mette insieme. Con la campagna Eternit free, Legambiente permette a chi ha un tetto in eternit di superficie medio-piccola di costituire un gruppo d'acquisto per accedere a condizioni economiche e di servizio più vantaggiose e a finanziamenti agevolati costruiti "ad hoc " presso istituti bancari del territorio.
Ne sono già partiti quattro nelle regioni di Puglia, Abruzzo, Piemonte e Veneto.
Chi fosse interessato ad aderire può compilare senza impegno la manifestazione d'interesse e inviarla a eternitfree@legambiente.org.


NESSUN COMMENTO


LASCIA UN COMMENTO

Per lasciare un commento è necessario autenticarsi.
Se non ti sei ancora registrato, clicca qui.


    Licenza Creative Commons. I contenuti di questo sito sono rilasciati con licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia