MAGAZINE


Magazine
Andrea Poggio   6 settembre 2018

E' il Comune ad incentivare l'elettrico (a 2 ruote)

Bologna: è partita il 25 maggio scorso la quinta campagna incentivi per acquisto e-bike e cargo bike. Sono 300.000€ quelli stanziati dalla giunta, messi a disposizione dal ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. Per le e-bike il contributo all’acquisto è di €300,00 mentre per le cargo bike si parla di massimo 600€. Il contributo non deve superare il 50% dell’acquisto. Possono ottenere il contributo tutti i residenti nel Comune, i non residenti dipendenti in enti o aziende con sede a Bologna che abbiano un accordo di mobility management con il Comune di Bologna. Incentivi anche per le aziende, imprese, enti e associazioni che abbiano codice fiscale e sede nel Comune di Bologna. Ecco il link al Comune di Bologna.

Vicenza. Dal 15 febbraio e sino a fine di quest’anno, per i residenti del Comune (qui parliamo solo di persone fisiche), è disponibile un contributo per l’acquisto di e-bike. L’incentivo valido solo se si acquista una e-bike cittadina (escluse quindi Mtb, corsa, sportive, dowhnill) e solo da produttori o rivenditori che abbiano almeno un punto vendita ubicato nella provincia di Vicenza: necessario per essere certi di una assistenza post vendita. Contributo pari a € 250,00 per un mezzo nuovo e di € 150,00 per uno “ricondizionato”. Anche in questo caso la cifra del contributo non deve superare il 50% della spesa sostenuta. Qui link ufficiale al Comune.

Modena: dal 2016, il bando per ottenere l’ecoincentivo è ormai agli sgoccioli (affrettarsi). Anche qui l’agevolazione è riservata ai cittadini residenti nel Comune di Modena, per un solo mezzo, alle organizzazioni private o agli enti pubblici con sede operativa a Modena (in questo caso fino a 3 mezzi!). Entità dell’ ecoincentivo? E-bikes (€ 250,00), kit di elettrificazione  applicabile a bici tradizionali (€ 150,00), ciclomotori elettrici di categoria omologativa L1e -L2e (€ 350) e motoveicoli elettrici a due o tre ruote di categoria L3e – L4e- L5e (€ 350). Il contributo non può superare il 20% del prezzo finale (cioè IVA compresa). Ecco il link.

Genova. Sono stati i più generosi, il bando è però scaduto il 31 maggio (speriamo venga riaperto), speriamo venga riaperto. Dal 15 dicembre dello scorso anno ha stanziato €227.369,00 da destinare come contributo ai cittadini maggiori di 18 anni, residenti a Genova che decidessero di acquistare una bici a pedalata assistita o uno scooter elettrico. Per lo scooter elettrico si ha diritto ad € 800,00 per acquisti senza rottamazione e ad € 1.000,00 per acquisti di scooter elettrici a fronte di rottamazione di scooter Euro0 . Stesso discorso per le e-bikes: 400€ di incentivo senza rottamazione e 500€ se si rottama un Euro0. In ogni caso l’importo dell’ecoincentivo non deve superare il 50% della spesa complessiva per il nuovo veicolo elettrico. Ecco il sito.

Napoli prevede dal 2014 un incentivo di 200 euro per biciclette elettriche, coinvolgendo rivenditori locali disponibili ad aggiungere uno sconto sul prezzo di listino del 10%. Sino ad esaurimento capitolo di bilancio. Non so come sia andato a finire: il modulo per richiedere il contributo è ancora disponibile sul sito del Comune ma nel sito della agenzia Anea gestore dell'iniziativa non se ne fa più cenno.

Trento. Da gennaio 2018 la Provincia di Trento, per tutti i comuni, propone finanziamenti per e-bike per gli spostamenti casa-lavoro e per le imprese che compartecipino alla spesa. Il contributo erogato è pari al 50% della spesa con un massimo di 1.000 euro per ogni e-bike e 50.000 euro per ogni impresa. Nella determinazione della spesa ammissibile a contributo si detrae la quota obbligatoria di compartecipazione all’acquisto a carico del dipendente; tale quota può variare tra il 10 ed il 30% del costo della e-bike.

Bolzano. Per tutta la Provincia è previsto per le biciclette elettriche il sostegno è del 30% fino ad un importo massimo di 1.000 euro, senza sconto obbligato; per l’acquisto di biciclette cargo (con motore ausiliario elettrico) con una portata complessiva minima di 150 chili, l’importo contributivo massimo è di 1.500 euro. Sono previsti incentivi anche per l’acquisto di biciclette cargo prive di motore ausiliario elettrico.

L'Aquila. Il Comune ha lanciato nel 2017 (quindi oggi scaduto) un bando per elargire un contributo di 350 euro massimi per il 30% sul prezzo d'acquisto di e-bike da parte dei residenti. A patto che il proprietario si impegni ad utilizzare il veicolo, in alternativa all’automobile o altri mezzi a motore, per raggiungere i luoghi di lavoro o di studio e comunque per gli spostamenti all’interno del territorio comunale, percorrendo un minimo di 500 chilometri annui per almeno 2 anni consecutivi. Sconosciuto il meccanismo di verifica di tale impegno.

Catania. Il Comune ha promesso di rifinanziare gli incentivi di 250 euro per e-bike e di 500 euro per scooter elettrici attivi nel 2015. Vedremo. 

Stiamo raccogliendo altri casi per segnalarli e diffonderli. Scriveteci e aiutateci a censirli e promuoverli tutti: è una bella occasione per tutti: a.poggio@legambiente.it 


NESSUN COMMENTO


LASCIA UN COMMENTO

Per lasciare un commento è necessario autenticarsi.
Se non ti sei ancora registrato, clicca qui.


    Licenza Creative Commons. I contenuti di questo sito sono rilasciati con licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia