MAGAZINE


Magazine
  2 giugno 2011

Distributori automatici, lo spreco a scuola si annida qui

Misuratori alla mano, gli studenti del Liceo Scientifico Cremona di Milano hanno condotto un audit energetico per individuare consumi e sprechi degli apparecchi elettrici della loro scuola. Maglia nera per stampanti, pc e macchinette del caffé.

Stampanti, pc ma soprattutto macchinette del caffé. Lo spreco a scuola si annida qui. E' quanto emerge dalle misurazioni fatte dagli studenti del Liceo Scientifico Cremona di Milano, che per una mattina si sono improvvisati "energy manager" e, misuratori alla mano, hanno monitorato i consumi di tutti gli apparecchi elettrici della loro scuola. Dalla stampante della presidenza al frigorifero del laboratorio di chimica fino ai distributori automatici di bevande. Che si sono aggiudicati la maglia nera, quanto a sprechi di energia.

Solo una piccola parte della corrente che consumano, infatti, serve effettivamente per preparare caffé e cappuccini, la restante se ne va per tenerli accesi e pronti all'uso anche quando non serve a nessuno, la sera e nei week end.

Per evitare questo spreco basterebbe dotare tutti i distributori di interruttori a tempo così da programmarne lo spegnimento automatico a fine giornata. Costo? Non più di una trentina di euro a temporizzatore, fanno sapere gli studenti che hanno eseguito anche una ricerca su Internet.
Insomma, una spesa sopportabile e utilissima, tanto che la proposta d'acquisto è già arrivata sul tavolo della direzione didattica.


NESSUN COMMENTO


LASCIA UN COMMENTO

Per lasciare un commento è necessario autenticarsi.
Se non ti sei ancora registrato, clicca qui.


    Licenza Creative Commons. I contenuti di questo sito sono rilasciati con licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia