MAGAZINE


Magazine
  28 settembre 2011

Differenziata 10+

Da domenica 2 ottobre, un mese di iniziative in tutta Italia per imparare come differenziare bene per riciclare meglio.

Dove butto la vaschetta di polistirolo? E il cartone della pizza? La vecchia lampadina a incandescenza va nel vetro? E il piatto di ceramica rotto? Alzi la mano chi non si è mai imbattuto in un imballaggio senza sapere bene cosa farne al momento di buttarlo.
Per eliminare incertezze ed errori, che costano caro all'ambiente ma anche al portafoglio (se sbaglia uno, paga tutto il condominio), partecipiamo domenica 2 ottobre alla “Giornata nazionale del riciclo e della raccolta differenziata di qualità”, promossa dal Ministero dell'Ambiente e da Conai (Consorzio nazionale imballaggi) in collaborazione con Anci (Associazione nazionale Comuni italiani), prima di una serie di iniziative di informazione dedicate al corretto smaltimento degli imballaggi, che proseguiranno per tutto il mese di ottobre toccando 20 capoluoghi di Regione, 90 di Provincia e decine di Comuni.
Ai cittadini, anche attraverso la distribuzione di un pratico Decalogo, saranno fornite le principali istruzioni su come fare al meglio la differenziata nelle proprie case seguendo semplici accorgimenti, come separare correttamente gli imballaggi sulla base del tipo di materiale di cui sono composti (vetro, plastica, carta, metallo), ridurre il volume di bottiglie e lattine prime di gettarle, dividere i plurimateriale come le buste di carta con la finestrella in plastica o i barattoli di vetro con il tappo di metallo, svuotare e ripulire le confezioni prima di buttarle negli appositi contenitori.
Separare, insomma, non basta. Occorre separare bene per migliorare il recupero e il riciclo dei materiali utilizzati negli imballaggi che gettiamo. Molti di questi, però, non dimentichiamolo, sono del tutto inutili ed eccessivi. Prima ancora di doverli riciclare, varrebbe la pena non acquistarli proprio!


NESSUN COMMENTO


LASCIA UN COMMENTO

Per lasciare un commento è necessario autenticarsi.
Se non ti sei ancora registrato, clicca qui.


    Licenza Creative Commons. I contenuti di questo sito sono rilasciati con licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia