MAGAZINE


Magazine
  22 marzo 2012

Acqua, da 200 a 60 litri al giorno

In Italia sprechiamo ancora troppa acqua, anche nelle nostre case. L'allarme lanciato dal rapporto Ambiente Italia 2012.

L'acqua in Italia costa troppo poco e per questo se ne consuma troppa. A fare il punto su usi e abusi della risorsa idrica nel nostro paese è il Rapporto annuale Ambiente Italia 2012, elaborato da Legambiente e Istituto Ambiente Italia, che quest'anno raccoglie e analizza tutti i dati sullo spreco dell'oro blu.

In fatto di consumi l'agricoltura è il settore che pesa di più, con almeno 20 miliardi di metri cubi l’anno. L'industria se ne "beve" altri otto. Per l'acqua di casa se ne vanno 9 miliardi di metri cubi/anno. Eppure molta di questa potrebbe essere risparmiata, senza sacrifici o particolari rinunce per il nostro comfort.

Dei 200 litri che in media ognuno di noi consuma al giorno per usi domestici (bagno, cucina, lavatrici e lavastoviglie, pulizia della casa, irrigazione delle piante), più di 70 potrebbero essere risparmiati solo installando semplici riduttori di flusso e frangigetto a docce e rubinetti e dotando di scarico differenziato il nostro WC. Se poi le nostre case fossero attrezzate in modo intelligente, con sistemi per la raccolta dell'acqua piovana e il riuso delle acque grigie, potremmo arrivare a consumare appena 60 litri di acqua al giorno a testa (140 in meno rispetto agli attuali!). Tutti dicono che l'acqua è un bene prezioso, e lo conferma anche il risultato del referendum, ma ci sembra che per diventare davvero tale, oltre ad essere un bene collettivo, dovrebbe diventare anche una responsabilità di tutti.

Leggi anche Come usare meglio l'acqua in casa


NESSUN COMMENTO


LASCIA UN COMMENTO

Per lasciare un commento è necessario autenticarsi.
Se non ti sei ancora registrato, clicca qui.


    Licenza Creative Commons. I contenuti di questo sito sono rilasciati con licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia