LO SAPEVI CHE


Elettrodomestici
 

Boiler elettrico, quanto spreco per un po' d'acqua calda

Pochi apparecchi fanno lievitare la bolletta della luce quanto gli elettrodomestici che usano l'elettricità per riscaldare l'acqua di poche decine di gradi. Il maggiore divoratore di energia è in assoluto il boiler elettrico. Ne avete uno? È il momento di sostituirlo.

Consiglio Difficoltà Convenienza
1

Se hai ancora uno scaldabagno elettrico, affrettati a sostituirlo con uno a gas. Costo indicativo: 800 - 1.000 euro.

2

Valuta l'opportunità di installare un impianto solare termico. Per una famiglia di 4 persone occorrono 4 metri quadri di pannelli solari più un serbatoio di accumulo da 300 litri per soddisfare fino al 70% del suo fabbisogno di acqua calda (di più non conviene). Costo indicativo: da 3 a 5 mila euro per impianto a circolazione naturale, compresa l'installazione, la manodopera e l'IVA.

3

Se proprio non puoi sostituire lo scaldabagno elettrico, presta attenzione almeno a come lo usi. Regola il termostato a 60°d’inverno e 40°d’estate e installa un timer (si applica sulla presa di corrente) per programmare l’accensione nelle ore notturne, quando la corrente costa meno. Anche installare riduttori di flusso sui rubinetti aiuta: riducendo i consumi di acqua (fino al 40%) si riducono anche i consumi energetici per riscaldarla.Costo indicativo: poche decine di euro per il timer, 1-2 euro per ogni riduttore di flusso.

Gli scienziati la considerano una “strage termodinamica”: si tratta dell'uso dell'elettricità per riscaldare gli ambienti o l'acqua di poche decine di gradi. L'elettricità è la forma di energia più sofisticata, versatile e pregiata che abbiamo imparato ad usare appena 100 anni fa, mentre il calore, il fuoco e l'acqua calda i nostri antenati li sapevano produrre da almeno 300 mila anni. Il riscaldamento elettrico è – sostengono - come "ammazzare una mosca con un cannone" oppure "usare l'acqua distillata per lavare per terra". Perché?

Uno spreco assurdo
Quando ci laviamo le mani sotto l'acqua calda, riscaldata con uno dei 5 milioni di scaldabagni elettrici tuttora in funzione in Italia, usiamo acqua a 30-35 gradi. Ma la gran parte dell'elettricità è stata prodotta in centrali termoelettriche, che bruciano petrolio o gas a migliaia di gradi centigradi e che, con un rendimento decisamente basso (mediamente 40%), trasformano il calore in energia elettrica. Questa a sua volta per arrivare a casa nostra, deve scontare le perdite di rete (6-10%). Lo scaldabagno, infine, disperde calore durante le ore di inutilizzo, ed è a sua volta poco efficiente anche a causa delle incrostazioni... Conclusione: il rendimento complessivo è bassissimo, anche solo del 10%.

Sostituire il boiler elettrico
Una famiglia che scaldi l'acqua con un boiler elettrico della potenza di 1000 watt acceso sei ore al giorno consuma la bellezza di 2mila kWh all'anno, 8 volte il consumo di un frigorifero di classe A da 300 litri acceso 24 ore al giorno.
Riscaldare l'acqua con un boiler a gas sarebbe molto più economico. Prendendo ad esempio un impianto con un pessimo rendimento (75%) avremo una spesa annua di circa 160 euro, contro i 600 circa che un boiler elettrico ci farà spendere. Chi insomma utilizza ancora l'elettricità per scaldare l'acqua va incontro a una spesa che è del triplo o del quadruplo rispetto a chi non ce l'ha. Lo scaldacqua elettrico infatti deve riscaldare tutta l'acqua che contiene risultando più inefficiente di un corrispondente boiler a gas che riscalda solo l'acqua effettivamente utilizzata.
Se vogliamo però abbattere i consumi, la soluzione più lungimirante è quella di installare un impianto solare termico. La spesa per l'acquisto e l'installazione si ripaga in cinque anni di utilizzo, dopo e per i 20 anni successivi sarà solo risparmio.


NESSUN COMMENTO


LASCIA UN COMMENTO

Per lasciare un commento è necessario autenticarsi.
Se non ti sei ancora registrato, clicca qui.


    Licenza Creative Commons. I contenuti di questo sito sono rilasciati con licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia