*Good Food Bag...chi apprezza il buon cibo non lo spreca!


// 15 giugno 2015

Progetto Oro della Terra a Tavola: premiate le classi più virtuose

Grande successo per l’evento conclusivo della quarta edizione del progetto educativo Oro della Terra a Tavola che si è tenuto  venerdì 8 maggio insieme a oltre 800 studenti delle scuole primarie della Provincia di Ancona, Macerata e Fermo, all’interno delle Grotte di Frasassi. Premiati i lavori delle classi più virtuose contro lo spreco alimentare.

L’evento ha visto la premiazione del concorso “La rivincita degli avanzi – scuole e famiglie contro lo spreco” tema del progetto “Oro della Terra a Tavola”, il percorso di educazione alimentare e ambientale promosso dall'azienda Oro della Terra e Legambiente. Dopo alcuni mesi di lavoro in classe con gli operatori di Legambiente e gli insegnanti, cercando di coinvolgere mense scolastiche e famiglie, sono stati proclamati i vincitori dei lavori più belli che hanno raccontato e avanzato proposte per abbattere lo spreco degli alimenti a partire dalle abitudini domestiche. Gli elaborati sono stati inoltre esposti ad Expo nella Cascina Triulza, il Padiglione della società civile in occasione di Festambiente Expo 2015.

Ecco alcuni dei messaggi emersi dalle classe vincitrici:

“Atto del mangiare, per l’uomo essenziale, vitale, eppure nel mondo c’è chi non lo può fare”.  “E se proprio ti ritrovi del cibo che avanza, donalo subito a chi non ce l’ha in abbondanza. La parola sprecare soprattutto il mangiare non è il verbo da usare come riutilizzare, conservare, donare…non lo dobbiamo mai dimenticare. Quindi……Non sprecare!” - Classe IV della Scuola Cavour di Fermo

I bambini della Classe IV della scuola Primaria Medi di Macerata si sono inventati uno speciale gioco dell’oca che prevede da un minimo di due persone a… tutto il pianeta perché….perché nessuno può dire” a me lo spreco non mi riguarda…”. E se rispondi correttamente alle domande sullo spreco avanzi tu e non il cibo!

Cos’è lo spreco? Si parte dalla distinzione tra spreco e rifiuto. Cosa fare per ridurre lo spreco alimentare? I bambini della classe V A scuola Brillarelli di Sassoferrato, bravissimi, hanno elaborato un “Piccolo manuale del bravo consumatore” per ricordare di dare valore al cibo. E tanti sono i consigli: dall’evitare di comprare cibi che non ci servono, eludendo le offerte dei supermercati, a quello che accumuliamo nel frigo e lasciamo scadere. E il recupero degli avanzi passa anche attraverso la tradizione coinvolgendo genitori e nonni con suggerimenti per recuperare gli avanzi che diventano preziosi anche come rimedi naturali per malanni di stagione o detersivi ecologici. Non solo ricette curate nel dettaglio ma anche attenzione al procedimento.

Per vedere i lavori delle classi premiate clicca qui


NESSUN COMMENTO


LASCIA UN COMMENTO

Per lasciare un commento è necessario autenticarsi.
Se non ti sei ancora registrato, clicca qui.


    Licenza Creative Commons. I contenuti di questo sito sono rilasciati con licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia