Con Stile Milano


//

126 locali a Milano e in Lombardia dicono "sì" all'acqua di rubinetto

Sul sito di L'Abbiamo Imbroccata la mappa degli esercizi pubblici dove poter chiedere acqua in brocca. Solo nel capoluogo meneghino a servirla sono già ottanta.

Vi capita di provare imbarazzo a chiedere di bere acqua del rubinetto quando uscite fuori a cena?
Nei 126 locali che hanno aderito al progetto L'Abbiamo Imbroccata state tranquilli che nessun cameriere storcerà il naso o, peggio ancora, opporrà un rifiuto alla vostra richiesta.
Di questi, 79 sono a Milano e 47 fuori città, di cui 29 solo nella provincia del capoluogo meneghino. Sono ristoranti, agriturismi, circoli Arci e Acli, bar e anche rifugi alpini. Alcuni servono l'acqua di rete di default, altri come opzione, gratuita oppure a un prezzo simbolico poi destinato ad associazioni benefiche.
In alcuni casi la "pubblicità" all'acqua del Sindaco ha spostato significativamente i consumi e si è riusciti a passare dal 100% di richieste di acqua in bottiglia a servire circa l’80% dell’acqua del rubinetto ai propri clienti.
A un anno dall'avvio del progetto, è stato possibile fare un primo bilancio: circa 1 milione e 500mila le bottiglie di plastica risparmiate per un taglio di oltre 100mila kg di CO2.
Si sono convertite all'acqua di rete anche 18 aziende dove ora finalmente i dipendenti possono bere acqua del rubinetto in mensa, nelle sale riunione e durante l'attività lavorativa.
Per consultare la mappa dei locali di L'abbiamo imbroccata e mandare le proprie segnalazioni: www.labbiamoimbroccata.it


NESSUN COMMENTO


LASCIA UN COMMENTO

Per lasciare un commento è necessario autenticarsi.
Se non ti sei ancora registrato, clicca qui.


    Licenza Creative Commons. I contenuti di questo sito sono rilasciati con licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia