Cambio con Stile - Catania


Riduco, riuso, prima ancora che rifiuto

Persino la legge italiana, come quella europea, pone in primo piano la prevenzione. Ma tra il dire e il fare... c'è di mezzo un oceano. Ecco alcuni suggerimenti utili per mettere in pratica il sano principio. Non si può che partire da una nuova attenzione alla propria spesa, evitando in primo luogo qualche eccesso, che può generare scarti di prodotti che scadono o che avanzano.

Poi, gli imballaggi: rappresentano più della metà, in volume, dei 5 metri cubi di rifiuti che ciascuno di noi genera ogni anno. Si possono evitare i prodotti con troppo imballo, quelli difficilmente differenziabili e riciclabili, favorire i prodotti sfusi: frutta e verdura non confezionata, detersivi e detergenti per la pulizia alla spina. E poi, evitare le stoviglie monouso, gli usa e getta (più facile per i sacchetti, non sempre per i fazzoletti, più impegnativo per i pannolini). Qualche volta si può anche riparare, riutilizzare o persino riciclare in proprio (ad esempio, con il compostaggio domestico.

Cosa posso fare:

a) Evito gli sprechi alimentari (vedi azione a parte);

b) Evito prodotti con imballaggi eccessivi e non riciclabili;

c) Prevengo la produzione di rifiuti, scegliendo prodotti con quantità minime di imballaggi, evitando le confezioni monouso e consumando prodotti "alla spina";

d) Evito l'usa e getta appena possibile;

e) Riparo e riutilizzo beni e oggetti;

f) Compro o costruisco una compostiera e riciclo la frazione organica nel giardino

Tipo
Ambientale
Livello di difficoltà
Facile

1 COMMENTO

vicky

vicky

05/11/2015 alle 15:12

Prima di comprare qualsiasi cosa penso... ne ho davvero bisogno? oppure provo a scambiare con le mie amiche


LASCIA UN COMMENTO

Per lasciare un commento è necessario autenticarsi.
Se non ti sei ancora registrato, clicca qui.


    Licenza Creative Commons. I contenuti di questo sito sono rilasciati con licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia