Cambio con Stile - Caltanissetta


Locale
 

Una comunità di attori del cambiamento per rendere la nostra qualità della vita e quella della città in cui viviamo più sostenibile. Con Cambio con Stile si vuole cambiare veramente impegnandoci a realizzare azioni sostenibili, solidali e che riducono il nostro impatto ambientale e fanno risparmiare soldi. Registrati e sottoscrivi le azioni che puoi fare a casa o proporre a scuola, a lavoro, nel condominio. Commenta i risultai, proponi altre azioni e condividili con gli attori della comunità. Per informazioni sul progetto e sulle azioni scrivici a cambioconstile@ecosportellosicilia.it

4 ATTORI
seguono questa community

10 AZIONI
proposte

14 ADESIONI
alle azioni

Regione Sicilia
Legambiente Onlus
Legambiente Sicilia
Adiconsum Sicilia
Aduc funzione sociale
Ecosportello Sicilia
Movimento consumatori
Movimento difesa del cittadino
Udicon

Cambio con stile è un progetto promosso da Legambiente Sicilia in collaborazione con Adiconsum, Aduc - Funzione Sociale, Movimento Difesa del Cittadino, Movimento Consumatori, U.Di.Con ed è realizzato nell’ambito del Programma Generale di intervento della Regione Siciliana 2013/2014 "La Sicilia fra i consumatori"con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello Sviluppo Economico

  • Sporta della spesa, mai più senza

    Per non comprare ogni volta sacchetti usa e getta, ricordati di portare sempre con te la sporta quando fai la spesa. Basta tenerne una in borsa e un altro paio anche a casa e in ufficio, pronte all'uso e al riuso! Risparmio: almeno 50 euro / 10 kg CO2 all'anno.

    sottoscritta da 436 attori

  • Sprechi alimentari, meglio prevenire

    Hai mai fatto caso a quanto cibo butti in pattumiera, magari senza neppure averlo toccato? Decidi che è ora di tagliare con i consumi superflui, calibrando meglio la spesa su quelle che sono le tue reali esigenze. Risparmio: fino a 400 euro.

    sottoscritta da 299 attori

  • Il frigo nuovo lo compro di classe A++

    Il tuo frigo ha più di dieci anni? Sei alle prese con l'arredamento della casa nuova? Decidi di investire nell'acquisto di elettrodomestici efficienti, in classe A+ o superiore. Il risparmio in bolletta ripagherà nel tempo la maggiore spesa iniziale.

    sottoscritta da 225 attori

  • Meno imballo, prodotti sfusi e solo riciclabile

    Da soli gli imballaggi domestici costituiscono il 60% del volume e il 40% del peso dei rifiuti urbani. L'imballaggio, quando eccessivo, lo paghiamo due volte, la prima con la spesa e poi con la tassa rifiuti.

    sottoscritta da 217 attori

  • Freno gli sprechi quando sono al volante

    Una guida nervosa aumenta il consumo di carburante anche del 30%. Impara a dosare l'acceleratore e non esagerare con frenate e cambi di marcia inutili. Risparmio per 15mila chilometri di guida ecologica: 200 euro/270 kg CO2 all'anno.

    sottoscritta da 167 attori

  • Ora stampo con più attenzione

    Fai diventare più green la tua postazione di lavoro, riducendo il più possibile gli sprechi di carta. Già solo impostando la tua stampante in modalità duplex automatica, puoi ridurre senza sforzo i consumi della metà!

    sottoscritta da 147 attori

  • Illumino il riciclo

    Che fine fanno le lampadine  fluorescenti esauste?

    Ancora non tutti sanno che le lampadine a risparmio energetico non devono essere gettate - una volta esauste - nella raccolta del vetro o nell’indifferenziato. Si tratta, infatti, di rifiuti elettronici (RAEE) e quindi devono essere smaltiti in luoghi idonei (isole ecologiche/punti di raccolta) come frigoriferi, lavatrici, tv, pc, e tutti i piccoli e grandi apparecchi elettrici o elettronici ecc.

    Ancora non tutti sanno che le lampadine a risparmio energetico sono rifiuti che contengono componenti tossiche ma possono essere riciclati fino al 95%.

    Ancora non tutti sanno che i rivenditori hanno l’obbligo di accettare e farsi carico della lampadina esausta consegnata dall’utente a fronte dell’acquisto di una nuova

    sottoscritta da 46 attori

  • Spreco meno anche fuori casa!

    Dai bambini, agli adulti; per necessità o per divertimento, sono milioni i pasti consumati fuori casa ogni giorno dagli italiani. Se il cibo avanzato a casa può essere conservato per il pasto successivo, quello lasciato nel piatto del ristorante finisce direttamente nella spazzatura. Perché non provare a combattere lo spreco anche lì?

    sottoscritta da 43 attori

  • Mettersi insieme conviene: Partecipa ai GAES

    Legambiente, come ormai fa da anni con successo, sta promuovendo la partecipazione dei cittadini e  delle aziende ai Gruppi di Acquisto Eco Sostenibili ( GAES) per consentire a tutti di acccedere facilmente alle energie rinnovabili e accelerare in questo modo il passaggio ad un futuro che abbandoni le fonti fossili inquinanti  e  che sia invece incentrato sulle fonti rinnovabili ed efficienza energetica.

    Con i GAES l'obiettivo è quello di fornire impianti di buona qualità  a prezzi veramente accessibili e con garanzie accessorie sul prodotto e sui servizi per tutelare maggiormente i cittadini. Tutto ciò é  possibile grazie alla formula "più siamo e più risparmiamo" e alle condizioni imposte da Legambiente all'azienda partner sulla qualità dei prodotti e dei servizi post vendita da fornire.

    Nelle scorse settimane gli  aderenti  al Gruppo di acquisto Eco –Sostenibile 2015(GAES) hanno scelto la migliore offerta tecnico economica per la fornitura e installazione di impianti fotovoltaici, solari termici e scaldacqua a pompa di calore


  • Settimana europea della riduzione dei rifiuti... scegli la 'Good Food Bag'

    Legambiente ha concepito una campagna di sensibilizzazione sul tema dello spreco alimentare: “Buon cibo! Chi apprezza il buon cibo non lo spreca”. L'iniziativa, in particolare, concentra l'attenzione sul cibo avanzato nella ristorazione collettiva, dalle mense ai ristoranti. 


  • Il cibo che unisce

    Al Borgo Santa Rita, nella campagna nissena, si terrà sabato 25 ottobre la V Edizione della manifestazione "Il cibo che unisce", Sarà un momento di condivisione in un luogo abitato anche da chi crede in un rilancio dell’economia del centro Sicilia da potersi fare soltanto col ritorno alla natura e ai ai suoi ritmi e basandosi sulla qualità da ottenersi grazie all'unione ed all'intrecciarsi di sane relazioni interpersonali.

     


Alleggiu

6 azioni sottoscritte

CLASSE 2°M

2 azioni sottoscritte

Faruk

6 azioni sottoscritte

    Licenza Creative Commons. I contenuti di questo sito sono rilasciati con licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia