CALCOLATORI



Iniziamo il calcolo individuale

Molti siti web propongono sistemi di valutazione, individuale o collettiva, delle emissioni di CO2 (e gas equivalenti). Incominciamo a proporvene uno efficace e riassuntivo delle “proprie” emissioni annuali. Ecco quello elaborato dalla società AzzeroCO2 con Legambiente. Prendete nota del risultato finale del calcolo: il grosso è fatto, ma ad essere precisi, non è finito.

Come vedete si tratta di un calcolatore che stima, con una buona approssimazione e senza complicarci troppo la vita nella raccolta delle informazioni, dei consumi energetici casalinghi della nostra famiglia (ricordarsi di dividere i consumi per il numero dei membri), dei viaggi e dei consumi alimentari. Ma il calcolatore di AzzeroCO2 "dimentica" altre cause di emissioni gas serra: gli inquinamenti derivanti dai consumi dei prodotti e dalla generazione dei rifiuti, i consumi derivanti da molti servizi, quelli indiretti incorporati dalle importazioni di materiali e prodotti.

Quanta CO2 aggiungere per i consumi e la produzione di rifiuti?

Ma quanta CO2 viene emessa a causa del consumo di merci?

Cioè dalla produzione (dall'estrazione delle materie prime, alle trasformazioni nelle industrie del mondo, l'assemblaggio), dalla distribuzione e dal trasporto e, dopo l'uso, dalla raccolta dei rifiuti e loro riciclaggio o smaltimento? Dovremmo dettagliare molto i consumi, ricorrere a banche dati specialistiche internazionali e applicare ragionevoli adattamenti locali (vedi riferimenti più oltre). Il calcolo si fa complesso. C'è un modo più semplice? Sì, perché conosciamo la spesa (economica) dei consumi finali degli italiani e conosciamo (su base europea) il “costo” pro capite di CO2 emessa a causa delle infrastrutture e dei consumi (incluso import ed export). Spesa media mensile per i consumi non alimentari (euro) x 12 mesi / membri della famiglia x 0,78 Kg CO2 ogni euro = Kg CO2 pro capite all'anno Per i consumi di beni non alimentari, ogni europeo causa (in Europa e in tutto il mondo) una emissioni pari a circa 0,7819 Kg di CO2 emessa ogni euro di spesa (base 2011). Se ad esempio la spesa mensile della vostra famiglia ammonta a 800 euro mensile (è la media italiana, Istat 2011), la spesa pro capite annuale si ottiene moltiplicando per 12 e dividendo per il numero dei membri della famiglia: ad esempio 800 x 12 / 2 = 4.800 euro. Il “costo” annuale individuale in CO2 emessa dai consumi risulta pari a 4.800 x 0,7819 = 3.753 Kg di CO2 equivalente. Se i membri della famiglia convivente sono 3 e la spesa mensile famigliare la stessa, le emissioni annuali pro capite sarebbero 2.502 Kg di CO2 equivalente.

L'impronta di carbonio medio pro capite, dovuta ai consumi, ammonta in Italia a circa 3.000 Kg di CO2 equivalente.

Quanta CO2 pro capite a causa delle "infrastrutture" (esclusi i trasporti)?

Il "peso" di CO2 delle infrastrutture del sistema paese = 1.200 Kg CO2 all'anno pro capite.

Si tratta dell'insieme dei consumi dei servizi pubblici (ad esempio scuola, sanità), delle infrastrutture (strade, territorio) e delle spese statali (esercito, ministeri), calcolato come media europea.


    Licenza Creative Commons. I contenuti di questo sito sono rilasciati con licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia