Riduco a 40° la temperatura di lavaggio

La classe energetica non basta. Sui consumi dei nostri elettrodomestici conta soprattutto il modo in cui li utilizziamo. Per la lavabiancheria, risparmi consistenti vengono prima di tutto raggiunti lavando a pieno carico e diminuendo le temperature. Un ciclo a 90°, ad esempio, fa consumare il doppio di uno a 40°, deteriora prima i tessuti, senza che i risultati del lavaggio siano per forza migliori. Gli attuali detersivi in commercio sono formulati, infatti, per agire già a 30-40° e poi, non dimentichiamolo: pre-trattare le macchie aiuta sempre! Con qualche attenzione, anche a 40° i risultati saranno più che soddisfacenti e la spesa minore. Il risparmio per una famiglia che lavi a questa temperatura quattro volte alla settimana può arrivare a circa 40 euro in un anno.

a) Leggo sempre all'interno dei vestiti la targhetta che indica le modalità di lavaggio, se c'è un mastelletto con un numero che può essere 30 o 40 significa che potete lavare il capo in lavatrice a temperatura che non superi quella indicata.

b) Per tutti i tessuti delicati e per i colorati o i capi scuri (non macchiati) sono più che sufficienti i 30 gradi.

c) Pretratto le macchie con sapone (senza farle asciugare) prima di inserire i capi in lavatrice.

d) Per capi poco sporchi, programmo cicli rapidi a lavaggio breve (trenta minuti).

Per saperne di più

http://www.viviconstile.org/lo-sapevi-che/elettrodomestici/risparmiare-con-la-lavatrice

Tipo
Ambientale
Sociale
Livello di difficoltà
Facile

NESSUN COMMENTO


LASCIA UN COMMENTO

Per lasciare un commento è necessario autenticarsi.
Se non ti sei ancora registrato, clicca qui.


    Licenza Creative Commons. I contenuti di questo sito sono rilasciati con licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia