Io aderisco a "Spiagge e Fondali puliti 2014"

Un chewing gum impiega almeno 5 anni prima di essere completamente smaltito, un mozzicone di sigaretta da 1 a 5 anni, una cannuccia 30 anni, mentre sale addirittura ad un millennio il tempo necessario per smaltire il più possibile, ma mai interamente, un accendino o una bottiglia di plastica. 

Le nostre spiagge sono sempre più terra di nessuno: viene abbandonato di tutto sia in spiagge che in mare. Dall'indagine eseguita su 24 spiagge italiane in un' area di 130 mila mq i dai volontari di legambiente durante la campagna spiagge e fondali pulite è emerso che i i rifiuti più frequenti sono bottiglie e contenitori di plastica. Seguiti da tappi e coperchi, a pari merito con i mozziconi di sigaretta, poi da stoviglie usa e getta di plastica, dai cotton fioc e da mattonelle e calcinacci.

Ma quello che troviamo in spiaggia non rappresentano altro che la punta  dell'iceberg. Secondo diversi studi circa il 70% dei rifiuti marini affonda e circa il 15% resta in superficie.

Tra le spiagge monitorate quelle siciliane sono quelle con la maggior densità di rifiuti ritrovati. Addirittura la spiaggia di Barcarello a Palermo con 1,71 rifiuti ogni mq si è aggiudicato il triste primato, mentre Agrigento la spiaggia di Babbaluciara di Agrigento il 4° posto  con oltre 1,17 rifiuti ogni mq.    

Allora difendiamo le bellezze del nostro paese, che in tutto il mondo ci invidiano, partecipando alle campagne di volontariato ambientale promosse da Legambiente spiagge e fondali puliti, oppure unisciti ai tuoi amici per adottare un tratto di spiaggia e farla diventare un azione sostenibile.

Ed ancora ricordiamoci di non buttare nei wc i cotton fioc e altri prodotti sanitari. Il 5 % dei rifiuti monitorati provengono dalle nostre case o dai bagni pubblici segno anche dell'inefficienza dei sistemi di depurazione con grande danno all'ecosistema marino.

E' quando arriva la bella stagione non dimentichiamoci i nostri rifiuti in spiaggia. La spiaggia è di tutti!!!  

Per ottenere i migliori risultati e per diffondere la cultura dell’amore e del rispetto della biodiversità presente nei nostri mari vieni in spiaggia anche tu!

Tipo
Ambientale
Etica
Livello di difficoltà
Facile

NESSUN COMMENTO


LASCIA UN COMMENTO

Per lasciare un commento è necessario autenticarsi.
Se non ti sei ancora registrato, clicca qui.


    Licenza Creative Commons. I contenuti di questo sito sono rilasciati con licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia